martedì 25 agosto 2015

BASTA ACQUA MINERALE!!!


I dati del 4° numero del «Diario della transizione» del Censis hanno fatto luce anche sul servizio idrico in Italia con un focus specifico sull’acqua minerale. Nonostante la crisi economica e la contrazione dei consumi in Italia l’acqua minerale ha retto bene e, anzi, ha portato il nostro Paese ad essere il primo in Europa e il secondo nel Mondo (eravamo terzi fino allo scorso anno).
Come spiega il Censis, siamo il Paese europeo con il più elevato consumo pro-capite di acqua in bottiglia, e addirittura il secondo su scala globale dopo il Messico. Il 61,8% delle famiglie italiane acquista acqua minerale e il consumo medio è pari a 192 litri all'anno per persona. In media ogni famiglia italiana spende 234 euro all'anno per l'acqua in bottiglia.
Un consumo altissimo come altissimi sono i costi per lo smaltimento dei 9 miliardi di bottiglie in Pet (il materiale con cui sono costruite le bottiglie) che vengono utilizzate annualmente in Italia.
Inoltre
• Per la produzione di 30 bottiglie da 1,5 litri vengono usati 17,5 chilogrammi di acqua, poco meno della metà di quella che viene trasportata con quelle trenta bottiglie.
• L’acqua in bottiglie di plastica costa da 2 a 4,5 euro alla confezione (6 bottiglie da 1,5 l). In realtà il costo effettivo dell’acqua contenuta nelle bottiglie è solo l’1% del costo di produzione totale, mentre l’imballaggio ne assorbe il 60%.
• Se ognuno di noi consumasse 1 liltro dì di acqua imbottigliata (240 bottiglie in un anno) consumerebbe solo in trasporto almeno 6 litri di gasolio l’anno.
• Se la plastica viene bruciata nell’inceneritore c’è il pericolo che si liberino nell’atmosfera sostanze dannose per la nostra salute, come la diossina (bruciare 1 Kg di PET produce: 40g di idrocarburi, 25 g di ossidi di zolfo, 18 g di monossido di carbonio e 2,3 Kg di anidride carbonica).
• In discarica potrebbe durare fino a mille anni e può liberare sostanze nocive come Cl2 e metalli pesanti, già presenti nel composto o contenute nei pigmenti usati per colorare e stampare l’oggetto.
• Anche se il recupero della plastica tramite riciclo ha notevoli vantaggi dal punto di vista ecologico, riciclare le bottiglie di plastica è molto costoso in quanto le campane per la plastica sono piene al 97% di aria.
Tutto considerato il miglior modo per trattare le bottiglie di plastica sarebbe quello di non usarle.

Foto dello studio pubblicato su Le Scienze (maggio 2010), condotto nell'ambito del progetto “Atlante Europeo” dell'EuroGeoSurveys Geochemistry Expert Group.