giovedì 9 novembre 2017

L'appello di Antonino Caponnetto ai giovani

<<Voi crescete quanti più sono i vostri incontri con la gente, quanto più sono numerose le persone a cui stringete la mano. Coltivate gli interessi della pace, della giustizia, della solidarietà, della salvaguardia dell'ambiente. An
Il mondo ha bisogno di voi per cambiare, per ribaltare la logica corrente che è logica di violenza di guerra, di dominio, di sopraffazione>>.
Avete tanto da fare e vi invidio. Io sono arrivato al termine del mio percorso e invidio tutte le cose che voi avrete il tempo di fare, tutte le cose belle che avrete il tempo di realizzare, tutti i sogni che avrete tempo di far diventare realtà. Rimanete attaccati ai sogni. Non dimenticatevi mai, non cessate mai di sognare, di alimentarvi ai sogni. Il mondo ha bisogno di giovani critici. 
Diventate voi la coscienza critica del mondo. Diventate sovversivi. 
Attenzione, leggetela bene questa frase di don Tonino Bello: 
<<Diventate sovversivi>>, nel senso che non dovete fidarvi di chi non incide la crosta dell'esistente. Il Vangelo non è omologabile alla realtà corrente. Quindi seguire il Vangelo è essere, in un certo senso "sovversivi". Voi cercate di essere tali.

(Antonino Caponnetto)