giovedì 1 settembre 2016

LA PADANIA, GIORNALE DELLA #LEGANORD HA CHIUSO E CI E' COSTATO 61 MILIONI

Ha chiuso i battenti per problemi finanziari lo scorso novembre. Eppure in 17 anni, da quando è stata mandata in edicola dalla Editoriale Nord scarl per volontà dell’allora padre padrone della Lega Umberto Bossi, “La Padania”, organo politico del Carroccio, ha incassato dallo Stato italiano oltre 60 milioni di euro. Niente male per un giornale che sotto la testata, tra i tanti motti che ha portato stampati, ne ha avuto uno che recitava “La Voce del Nord”. Voce del Nord, ma con i soldi di “Roma ladrona”.

Soldi erogati ogni anno, a partire dal 1997, in base alla legge sul finanziamento pubblico dei giornali organi di forze politiche e commisurati alle tirature e ai costi dichiarati. E con puntualità svizzera versati dal dipartimento per l’Editoria della presidenza del Consiglio dei ministri. Che, comprendendo gli ultimi dati disponibili per il 2013, risulta avere per la precisione versato al quotidiano leghista la bellezza di 61 milioni 226 mila 442 euro. Come dire, 3 milioni 600 mila euro all’anno, cioè 300 mila euro al mese, 10 mila euro al giorno. Performance davvero ragguardevole quella del quotidiano leghista, la cui tiratura media ufficiale nel periodo d’oro del leghismo si aggirava intorno alla 60mila copie. Quanto alle vendite, difficile fare cifre precise, anche per le incertezze che hanno sempre avvolto i dati reali di tutti gli organi di partito.
CONTINUA QUI ---> http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/02/25/padania-giornale-lega-chiuso-costata-61-milioni/1453239/






---> CHI arrestano ogni settimana http://goo.gl/tPkfEX

---> NON perdere il CV di Salvini http://goo.gl/ANHu0a

---> NON perdere il CV della LegaNord http://goo.gl/9mZ9Nd