mercoledì 4 novembre 2015

La nuova Vergogna: NON è più previsto dalla legge come reato


«Il fatto non è più previsto dalla legge come reato».
A Udine la procura ha revocato sequestri per 7 milioni di euro, e archiviato 73 fascicoli su 97. In meno di due settimane, si è bruciato un lavoro di investigazione durato mesi. Perché? Perché il fatto non è più previsto dalla legge come reato.
Vi ricordate queste parole?
Berlusconi veniva assolto con questa motivazione nei processi "All Iberian 2" e "Sme-Ariosto", che lo vedevano imputato di falso in bilancio. Quando era presidente del consiglio, il suo stesso governo aveva confezionato una legge ad hoc, salvandolo dalle condanne.
E vi ricordate le battaglie della sinistra italiana, con i suoi giornali di partito al seguito, pronti a scagliarsi come un sol uomo contro il nemico, non appena metteva mano a condoni, sanatorie, leggi ad personam o ad aziendam per salvare sé stesso, le sue aziende e i suoi compari dalle indagini della magistratura?
No, qui non c'entra Berlusconi.
Il "nuovo che avanza" si chiama Renzi.
Ed è stato il governo Renzi a varare, durante l'estate, le nuove norme in materia di reati fiscali, che innalzano le soglie di punibilità per l'omesso versamento di ritenute certificate e dell'Iva rispettivamente da 50 a 150mila e 250mila euro di imposta evasa.
Ma se lo fa Renzi va tutto bene, vero?
Tutti zitti, ad osannare a testa bassa il padre padrone della sinistra italiana che fu.
Dove siete, girotondini?Dove siete artisti, intellettuali, politici? Dove siete editorialisti, notisti politici, analisti, sondaggisti? Dove siete, elettori e cittadini, che in milioni scendevate in piazza a protestare (giustamente!) contro quegli abusi di potere?
Assuefatti, lobotomizzati, rassegnati... cosa vi è successo?
Come potete permettere tutto questo, costringendovi al silenzio, e magari lamentandovi pure se qualche volta il Movimento 5 Stelle osa alzare la voce in aula.
Noi non abbiamo mai ceduto, non siamo mai indietreggiati.
Eravamo furiosi con Berlusconi, lo siamo ancora oggi con quello che sta portando avanti le sue stesse idee. Da cittadini fuori dalle istituzioni facevamo opposizione civile, da cittadini dentro le istituzioni facciamo opposizione nelle aule parlamentari, con disegni di legge, mozioni, emendamenti e incontri, dibattiti e manifestazioni in piazza.
Stiamo facendo la nostra parte. Ma voi? Dove siete?
Siete pronti a votarlo di nuovo?


---> https://www.facebook.com/vitoclaudiocrimi/photos/a.447215738692105.1073741829.440987599314919/916739435073064/