PROGRAMMA TV più FALSI

I PROGRAMMI TV PIU' FALSI:


Sono solo un'enorme presa per in giro:






2 commenti:

  1. Ho letto il tuo pensiero sul suddetto programma e condivido la tua idea: in effetti è da molto tempo che si spacciano per salvatori di qualcosa che alla fine va a finire nel nulla anzi nelle tasche di qualcuno, è pura ipocrisia, e ci chiedono a volte nelle tragiche storie di contribuire con del denaro per salvare tizio o caio. Benissimo, anche quello è nutrire la medesima azienda che ha già da anni infranto le leggi, che esistono, ma che conosce solo chi studia legge anche se qualcosa del codice civile lo conosco, e dovremmo conoscerlo tutti per sviluppare il senso civico ma soprattutto perchè la "legge non ammette ignoranza".
    Ho spento la tv da sei mesi.. e sto benissimo. Culturalmente penso che l'italiano medio sia troppo pigro per prendersi le responsabilità e che prima che le prenda vuole prendersi del tempo, più che altro perchè non sa da che parte stare, eccetto quando guarda uomini o donne oppure tutti quei reality falsi e inutili che descrivono una vita e una realtà solo del piccolo schermo...ma anche questo è il risultato di tanta nanna fatta davanti a quel teleschermo che nel 90% dei casi trasmette il nulla, nessun contenuto che faccia crescere il senso civile e quantomeno la morale, ma del resto la tv non ha mai avuto l'ambizione di istruire, anzi è il divertimento che conta e forse è per quello che si investe nel divertimento, che comprende anche il caso slot machine - tutto serve per la propaganda. Le dipendenze fanno parte di questa società perchè non si riesce a trasmettere contenuti alla gente anzi non c'è proprio la volontà di farlo, si preferisce il calcio e lo spritz piuttosto che la realtà vera: ma questo è il risultato di quello che in Italia si "insegna" nelle cosiddette tv commerciali.
    A volta chiami le autorità per degli eventi assai gravi e non risolvi nulla, ti danno risposte blande.. diciamo che anche loro non alzano il culo, forse perchè mal pagati o forse perchè a volte sottovalutano - oppure hanno solo il gusto di mettersi la divisa e mostrarsi più fiappi di quello che sono. E per questo ti ritrovi a dare una definizione ad una questione grave come il femmincidio quando è sempre esistito, e in parlamento discutono discutono discutono di priorità femminili, quando la società italiana è misogina all'inverosimile.
    Come può un carabiniere, mettiamo sia maschilista e non dia peso ad un dato fatto, aiutarti se anche lui diventa complice della non reazione?
    Le leggi esistono, da tempo, da anni e sono chiare. Ma come dici tu, noi preferiamo dare successo ad un programma che quello che fa è solo manipolazione dei cervelli, presentatato dalle solite sgualdrine di turno, che emozionate e vestite da prostituite magari mi vengono a parlare di "vittime del femminicidio", quando loro sono le prime: contribuiscono a nutrire la società misogina, facendosi pagare e senza pretendere in cambio del rispetto alla pari.
    Chiedo scusa se ho offeso la sensibilità di qualcuno.
    Cordiali saluti. Terry

    RispondiElimina
  2. Innanzitutto grazie Terry del tuo commento e ti faccio i miei più seri ringraziamenti e complimenti per quanto scritto.
    LO CONDIVIDO dalla prima all'ultima parola.
    Grazie ancora a presto.

    RispondiElimina