PROGRAMMI TV FALSI

I PROGRAMMI TV
CHE PRENDONO IN GIRO MAGGIORMENTE:



Premessa:




Motivi:
  1. Questi programmi speculano sulle questioni sociali, perché per ogni "caso/episodio/vicenda" venga fatta una puntata, sia Guardia di Finanza che tutti gli apparati statali come ASL, Carabinieri ecc, ne sono già al corrente e quasi sempre già all'opera con operazioni d'investigazione o controllo della situazione denunciata.
  2. Alla folle/gente fa comodo guardare in TV certi servizi, perché invece di aiutare nel risolvere le situazioni agendo in prima persona, pretendendo che sia l'Ente preposto a far il proprio dovere, si delega tal trasmissione TV a farlo. Proprio come succede da tempo per la politica.
  3. Tutti gli apparati e forze dell'ordine preposti alla tutela del territorio, popolazione ecc costano miliardi di €uro
    ---> http://www.rgs.mef.gov.it/VERSIONE-I/Attivit--i/Bilancio_di_previsione/Bilancio_finanziario/2016/Decreto-di/
  4. Non vale nemmeno il ragionamento degli enti che non funzionano o non fanno il proprio dovere quando un cittadino denuncia un fatto, perchè in tal caso bisognerebbe attivarsi con ulteriori denunce ai responsabili di grado superiore, magari accompagnato da una raccolta firme per amplificare l'efficacie dell'ulteriore denuncia.
  5. altro incoerente motivo per cui non guardare = far guadagnare Merdaset è scritto in questa sentenza: http://www.ansa.it/documents/1351272200220_MOTIVAZIONI-MEDIASET.pdf
  6. Ricordo inoltre che sempre a quest'azienda son stati praticamente REGALATI due canali/frequenze, pagate quasi costo zero, invece di pagarli a costo pieno.
    Se una persona vuole aprirsi anche un semplice canale radio, devi pagare migliaia di € ed in proporzione per un canale TV: http://www2.agcom.it/provv/d_435_01_CONS_reg_coord.htm
    <<"CAPO II - AUTORIZZAZIONI PER I FORNITORI DI CONTENUTI TELEVISIVI
    Articolo 2 (Modalità di rilascio delle autorizzazioni)
    L’autorizzazione di cui al comma 1 in ambito nazionale è rilasciata esclusivamente a società di capitali o cooperative con capitale sociale interamente versato, non inferiore, al netto delle perdite risultanti dal bilancio, a euro 6.200.000 (seimilioniduecentomilaeuro), che impieghino non meno di venti dipendenti in regola con le vigenti disposizioni di legge in materia previdenziale.
    L’autorizzazione di cui al comma 1 in ambito locale è rilasciata esclusivamente a società di capitali o cooperative con capitale sociale interamente versato, non inferiore, al netto delle perdite risultanti dal bilancio, a euro 155.000 (centocinquantacinquemilaeuro), che impieghino non meno di quattro dipendenti in regola con le vigenti disposizioni di legge in materia previdenziale.">>.

  7. A Viale Mazzini 8 mila dipendenti in più rispetto al Biscione.
  8. Le buste paga «pesano» 580 milioni
  9. ROMA — Masi profetizza, con un buco di 210 milioni di euro nel prossimo anno e una voragine di 600 milioni da qui al 2012, bisogna tornare indietro di quindici anni. Silvio Berlusconi aveva già vinto le sue prime elezioni quando, nella primave­ra del 1994, la Rai «dei professori», allora presieduta da Claudio Demattè, archiviò il bilancio 1994 con una perdita di 479 mi­liardi di lire. Dopo un decennio di follie, durante il quale la tivù di Stato si era dis­sanguata nella concorrenza alle reti televi­sive del premier in pectore, era stato tocca­to il fondo. (continua 
  10. ---> http://www.corriere.it/economia/09_ottobre_01/rizzo-mediaset-rai_79c7f4c6-ae56-11de-b62d-00144f02aabc.shtml).
  11. Analisi di bilancio: Rai e MediasetL’analisi di bilancio puo’ essere usata per fare delle analisi concorrenziali e definire dei posizionamenti rispetto alle variabili economiche. Come ho scritto nella guida ci sono quattro variabili che un’azienda deve presidiare: redditività, solidità, crescita e liquidità.
    Se facciamo un analisi concorrenziale possiamo confrontare la struttura di costo e di investimento e paragonare le strategie aziendali, confrontando alcuni indici di bilancio.
    Vediamo come… ---> http://www.impresaefficace.it/analisi-di-bilancio-rai-e-mediaset/
  12. A Mediaset il 63% della pubblicità, caso unico in Europa
  13. Le proiezioni sui ricavi pubblicitari televisivi 2012 ancora una volta sanciscono il predominio di Mediaset. Sul piccolo schermo, nonostante il calo dell’audience e dei margini, al Biscione andrà il 63% della torta, pari a 2 miliardi di euro, mentre alla Rai “solo” 680 milioni, 21% del totale. Un...
  14. ---> http://www.linkiesta.it/pubblicita-tv-mediaset-concentrazione-mercato-tv
  15. Esempio per capire come funzionano le TV:https://docs.google.com/file/d/0B8LfJLKCQeGsMkhDWHBhODRheHM/edit?usp=sharing
  16. Scrivono libri € $ € $ €
    ---> http://www.mediaset.it/quimediaset/comunicati/comunicato_5650.shtml

Conclusione:
Sono solo un'enorme presa per IL C**O x chi li guarda.

In somma:
- il tuo vicino fa danni.
- Tu, invece di chiamare i carabinieri chiami loro.
- Loro vengono visti dalla gente e la gente chiama i carabinieri.
- I carabinieri si muovono dopo che la gente li contatta.
...ma allora non è meglio parlarsi tra di noi direttamente?
Tornare ad una società VERA che dialoga e non solo che vive di un rapporto "commercio-consumo", saltando il passaggio intermedio che fa guadagnare un'azienda di turno (facendo falsa informazione) che EVADE le tasse che poi TU devi pagare?



2 commenti:

  1. Ho letto il tuo pensiero sul suddetto programma e condivido la tua idea: in effetti è da molto tempo che si spacciano per salvatori di qualcosa che alla fine va a finire nel nulla anzi nelle tasche di qualcuno, è pura ipocrisia, e ci chiedono a volte nelle tragiche storie di contribuire con del denaro per salvare tizio o caio. Benissimo, anche quello è nutrire la medesima azienda che ha già da anni infranto le leggi, che esistono, ma che conosce solo chi studia legge anche se qualcosa del codice civile lo conosco, e dovremmo conoscerlo tutti per sviluppare il senso civico ma soprattutto perchè la "legge non ammette ignoranza".
    Ho spento la tv da sei mesi.. e sto benissimo. Culturalmente penso che l'italiano medio sia troppo pigro per prendersi le responsabilità e che prima che le prenda vuole prendersi del tempo, più che altro perchè non sa da che parte stare, eccetto quando guarda uomini o donne oppure tutti quei reality falsi e inutili che descrivono una vita e una realtà solo del piccolo schermo...ma anche questo è il risultato di tanta nanna fatta davanti a quel teleschermo che nel 90% dei casi trasmette il nulla, nessun contenuto che faccia crescere il senso civile e quantomeno la morale, ma del resto la tv non ha mai avuto l'ambizione di istruire, anzi è il divertimento che conta e forse è per quello che si investe nel divertimento, che comprende anche il caso slot machine - tutto serve per la propaganda. Le dipendenze fanno parte di questa società perchè non si riesce a trasmettere contenuti alla gente anzi non c'è proprio la volontà di farlo, si preferisce il calcio e lo spritz piuttosto che la realtà vera: ma questo è il risultato di quello che in Italia si "insegna" nelle cosiddette tv commerciali.
    A volta chiami le autorità per degli eventi assai gravi e non risolvi nulla, ti danno risposte blande.. diciamo che anche loro non alzano il culo, forse perchè mal pagati o forse perchè a volte sottovalutano - oppure hanno solo il gusto di mettersi la divisa e mostrarsi più fiappi di quello che sono. E per questo ti ritrovi a dare una definizione ad una questione grave come il femmincidio quando è sempre esistito, e in parlamento discutono discutono discutono di priorità femminili, quando la società italiana è misogina all'inverosimile.
    Come può un carabiniere, mettiamo sia maschilista e non dia peso ad un dato fatto, aiutarti se anche lui diventa complice della non reazione?
    Le leggi esistono, da tempo, da anni e sono chiare. Ma come dici tu, noi preferiamo dare successo ad un programma che quello che fa è solo manipolazione dei cervelli, presentatato dalle solite sgualdrine di turno, che emozionate e vestite da prostituite magari mi vengono a parlare di "vittime del femminicidio", quando loro sono le prime: contribuiscono a nutrire la società misogina, facendosi pagare e senza pretendere in cambio del rispetto alla pari.
    Chiedo scusa se ho offeso la sensibilità di qualcuno.
    Cordiali saluti. Terry

    RispondiElimina
  2. Innanzitutto grazie Terry del tuo commento e ti faccio i miei più seri ringraziamenti e complimenti per quanto scritto.
    LO CONDIVIDO dalla prima all'ultima parola.
    Grazie ancora a presto.

    RispondiElimina